I portali immobiliari confermano il recupero immobiliare.

immoogle immobiliare

I portali immobiliari ritengono che i dati di vendita delle abitazioni confermino la ripresa

 

Il recupero immobiliare è una realtà quasi indiscutibile.

 

I portali immobiliari ritengono che i dati sulle vendite di case di novembre, noti questo giovedì, confermino la ripresa del settore dopo la pandemia, e confidano che i dati consuntivi per il 2021 supereranno le 500.000 operazioni.

I dati dell'Istituto nazionale di statistica (INE) hanno registrato 49.895 vendite a novembre, il 24,4% in più rispetto allo stesso mese del 2020. Questa è la cifra più alta in questo mese dall'anno finanziario 2007.

Il Direttore degli Studi e portavoce di Fotocasa, María Matos, sottolinea che “questo tasso di crescita rappresenta il miglior novembre degli ultimi 14 anni”, con nove mesi consecutivi di incrementi “molto elevati” anno su anno.

“È molto positivo che l'attività di mercato continui ad aumentare, questo significa che i cittadini attribuiscono un valore elevato all'abitazione e indica che l'interesse all'acquisto rimane molto latente nella società. Anche se la cosa più importante è che i prezzi non crescono allo stesso ritmo e vengono trattenuti", aggiunge Matos.

Il portavoce di Idealista, Francisco Iñareta, concorda sul "buon momento che sta attraversando il settore" e sottolinea anche il mantenimento dei prezzi che allontana "ogni fantasma di una possibile bolla immobiliare".

"C'è da aspettarsi che nei prossimi mesi i dati operativi rallenteranno e che questa stabilizzazione consentirà, aumentando l'offerta disponibile, di ridurre le tensioni attuali e mantenere i prezzi nei prossimi trimestri", prevede l'esperto.

Dal portale immobiliare piso.com, il suo Direttore degli Studi, Ferran Font, sottolinea che "la previsione di crescita per quest'anno continua a confermarsi mese dopo mese".

"Analizzando cosa è successo in un anno solare, vediamo come le transazioni accumulate continuano ad aumentare e superano già la cifra di 550.000 stimata per la fine dell'anno", sottolinea Font.

Inoltre, sottolinea che il settore "supererà di gran lunga la situazione del 2019". "Sta diventando sempre più chiaro che il 2021 sarà l'anno con il maggior numero di case vendute dalla bolla immobiliare", conclude.

fonte: Europapress  #moogla di soia

proprietà Top Stories

Puoi quota

Confronta gli elenchi

Confronta
Cerca
Fascia di prezzo De a