Gli alloggi in Spagna possono essere considerati costosi nel 2022?

prezzi delle abitazioni

L'alloggio non è costoso come lo dipingono

Nonostante la percezione sia che i suoi prezzi siano aumentati molto negli ultimi mesi, la realtà è che è ancora tra il 12% e il 29% al di sotto dei picchi che ha segnato nella bolla, secondo diverse analisi

Fidel e Mariángeles vivono a Salamanca, ma vanno spesso ad Aranda de Duero, la sua città natale. Parlando un po' di tutto con gli amici lo scorso Natale, e per quanto riguarda l'alloggio, hanno assicurato che, da quanto hanno visto in entrambe le città, i prezzi nella cittadina di Burgos sono alti. La sua percezione non è molto diversa da quella estratta in quasi tutti i discorsi sull'argomento che valgono la pena in questo momento in Spagna. Secondo uno studio pubblicato a maggio dal portale immobiliare Fotocasa, otto spagnoli su dieci ritengono che i prezzi siano molto alti. Ma le case in Spagna sono davvero così costose? Secondo i dati statistici, non tanto quanto potresti pensare.

È vero che lo scoppio della pandemia ha fatto concepire in molti l'idea che il mercato immobiliare sarebbe crollato e, con esso, i prezzi delle case. Ma né l'uno né l'altro è successo. Dopo la rottura logica causata dalla reclusione, il settore è rimbalzato sotto forma di "V"" e basta è a livelli pre-pandemici. Ma, con tutto, per quanto riguarda i prezzi, i loro livelli sono ancora lontane da quelle segnate nei picchi della bolla immobiliare. I più conservatori in questo senso sono idealista e INE. Il portale immobiliare assicura che, secondo i suoi dati, il prezzo medio di vendita degli immobili che pubblicizza a novembre è stato di 1.831 euro al metro quadrato, l'11,5% in meno rispetto ai 2.046 euro di novembre 2007, quando, secondo la sua analisi, hanno colpito un soffitto. L'istituto pubblico stima che, sebbene i prezzi siano del 6,6% superiori ai livelli pre-pandemia, lo sono comunque 12% in meno rispetto ai massimi del 2007.

Ancora maggiore è la differenza calcolata dal Ministero dei Trasporti, della Mobilità e dell'Agenda Urbana (Mitma), Pisos.com, Sociedad de Tasación e Tinsa. Lo stimano tutti i valori attuali sono ancora inferiori di oltre il 20% al massimo raggiunto nel periodo precedente allo scoppio della bolla immobiliare. Quello che riflette la distanza maggiore per recuperare questi livelli è il Tinsa Imie Index, che a dicembre ha calcolato un prezzo medio di 1.625 euro, contro i 2.284 dello stesso mese del 2007. Vale a dire una differenza di 28,9%. Molto simile (26,6%) è la differenza vista dalla sua concorrente Sociedad de Tasación (26,6%) e dal portale Pisos.com (24,9%). L'altra fonte ufficiale, insieme all'INE, quella del Mitma, stimava nel terzo trimestre dello scorso anno un prezzo medio al metro quadro di 1.661 euro rispetto ai 2.101 registrati nel primo trimestre 2008, che mostra una differenza di 21 % tra uno e l'altro prezzo.

potere d'acquisto

La percezione che i prezzi delle case rimangano troppo alti nonostante le statistiche siano contrarie potrebbe anche derivare dalla sensazione che gli acquirenti hanno l'evoluzione dei salari non è stata troppo favorevole negli ultimi anni. Tuttavia, è anche vero che il indicatori di sforzo, che misurano il numero di anni di reddito familiare completo necessari per pagare una casa, sono anche lontani da quelli durante la bolla. Lo assicura la Società di valutazione nell'ultimo trimestre del 2021 ci sono voluti 7,8 anni, mentre nello stesso periodo del 2006 ci sono voluti 13,7 anni.

Se l'anno scorso la percezione era che i prezzi fossero cari, è molto probabile che questo esercizio rimarrà simile perché tutto lo suggerisce i prezzi continueranno a salire. In condizioni normali, il ciclo rialzista dei prezzi delle abitazioni dovrebbe finire. Tuttavia, come ha recentemente rivelato la Appraisal Society in un rapporto, è molto probabile che durerà oltre il 2023. C'è, dicono, una serie di variabili che "potrebbero favorire un allungamento del ciclo nel tempo, sia nelle nuove costruzioni che nelle abitazioni usate". Nel primo caso, i principali fattori da tenere in considerazione sono la mancanza di “stock” a disposizione (soprattutto nelle zone più richieste come Madrid o Barcellona), a domanda più veloce dell'offerta, la aumento dei costi di costruzione e della mancanza di manodopera qualificata. Nel caso di abitazioni usate, l'impatto di Fondi Next Generation dell'Unione Europea è la variabile più determinante.

Un'analisi in cui, in linea di massima, ha convenuto qualche settimana fa anche la Banca di Spagna e che Pedro Álvarez Ondina, di CaixaBank Research, evidenzia anche in una recente analisi intitolata "La forza della domanda abitativa, una delle sorprese più positive del 2021 ″. “Nel breve periodo, la maggiore attrazione della domanda rispetto all'offerta, l'aumento dei costi di costruzione (questo effetto si sta rivelando più persistente di quanto inizialmente previsto), nonché il inerzia che di solito ha il prezzo delle abitazioni Questi sono fattori che suggeriscono che questo continuerà ad avere un percorso ascendente ", afferma il rapporto.

Gli esperti suggeriscono che i prezzi continueranno a salire quest'anno

Idealista è anche in questa linea. Secondo il tuo Indagine di sensibilità immobiliare (ESI), el L'88% delle agenzie che hanno partecipato alla sua preparazione afferma che i prezzi di vendita nelle proprie aree di lavoro rimarranno gli stessi o aumenteranno nei prossimi mesi. Nel frattempo, il restante 12% risponde che i prezzi scenderanno.

Dall'immobiliare Solvia assicurano che sebbene i prezzi saranno condizionati da diversi fattori, come l'inflazione, l'influenza della fine delle moratorie nel secondo semestre o la scarsità di forniture, “Le previsioni sembrano indicare che i prezzi delle case continueranno a salire. Che sì, con piccole fluttuazioni, mostra incrementi moderati di circa il 3%, e può arrivare fino al 6%, secondo le recenti previsioni dell'Associazione Spagnola di Analisi del Valore (AEV)”.

fonte: The Reason  #moogla di soia

proprietà Top Stories

Puoi quota

Confronta gli elenchi

Confronta
Cerca
Fascia di prezzo De a